Fondazione Ansaldo

Italian
Fondazione Ansaldo
 
realizzata presso la sede Auser di Imperia 
Narra Arquà nasce a Imperia nel 1930. La famiglia, d'origine ferrarese, durante il fascismo subisce dure forme di persecuzione politica che la costringono ad emigrare. Il papà antifascista si rifiuta di prendere la tessera del fascio, lavorava all'Italcementi. E' la terza di dodici fratelli. Finita la guerra trova lavoro nel gruppo Olio Sasso di Imperia, nello stabilimento metalmeccanico che produceva la latta; vi rimase 36 anni e due mesi. Di temperamento femminista, iscritta alla Fiom Cgil, combatte le abitudini maschili di "allungare le mani" e le discriminazioni salariali nei confronti delle donne: c'era il cottimo, ma i soldi li prendevano soltanto gli uomini. Per Narra il periodo più bello della sua vita lavorativa è quello degli anni '70 quando le donne ottengono importanti conquiste di libertà sia nelle fabbriche che nella società (legge sulla maternità). In pensione dal 1981 ha sempre svolto attività di volontariato nel sindacato pensionati e all'Auser. 
 

Archivi e Raccolte


   palazzo_ducale_genova_logo_tif_big.jpg genovastabile.jpg  carlofelice_logo.gif   GI_Logo_horizontal_green_sRGB-200px.jpg  sogea.jpg

Fondazione Ansaldo usa cookies per migliorare l'esperienza di navigazione dell'utente.
We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. Per conoscere i cookies usati da questo sito, vi invitiamo a leggere la privacy policy.

Accetto i cookies da questo sito.