Fondazione Ansaldo

English
Fondazione Ansaldo
 
realizzata nella sua abitazione di La Spezia
Adolfo Croccolo nasce a La Spezia nel 1921. Il padre faceva il "compositore tipografo", la madre la dattilografa. Nel 1937 viene assunto alla società elettrica Cieli con la qualifica di letturista, poi in officina dove si occupa del funzionamento delle centrali elettriche. Trasferito durante la guerra a Carrara, ritorna a la Spezia nel dopoguerra dove rimane fino a raggiungere la qualifica di ispettore; in pensione dal 1974. Di religione ebraica, in seguito alle leggi razziali del 1938 Croccolo subisce diverse persecuzioni, ma riesce a salvarsi; nel 1946 è tra i principali protagonisti che organizzano l'esodo di oltre 1000 ebrei che partono con due navi, la "Fede" e la "Fenice", dal porto di La Spezia diretti in Palestina; l'altra nave è la "Exodus" alla quale gli inglesi impediscono di arrivare a destinazione e il cui nome da allora vuol dire desiderio di giustizia per i migranti. Ogni anno il comune ricorda l'evento con un programma di manifestazioni. Attualmente Croccolo è responsabile del culto della comunità ebraica della Spezia. 
 

Archives and Collections


   palazzo_ducale_genova_logo_tif_big.jpg genovastabile.jpg  carlofelice_logo.gif   GI_Logo_horizontal_green_sRGB-200px.jpg  sogea.jpg

Fondazione Ansaldo usa cookies per migliorare l'esperienza di navigazione dell'utente.
We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. Per conoscere i cookies usati da questo sito, vi invitiamo a leggere la privacy policy.

Accetto i cookies da questo sito.