Fondazione Ansaldo

Italian
Fondazione Ansaldo
 
realizzata presso la Fondazione Ansaldo
Giorgio Boratto nasce a Genova nel 1946. Dopo il corso alla scuola professionale di grafica, si specializza in litografia, qualifica con la quale trova la prima occupazione nell'azienda grafica "AGIS - Stringa" che, tra gli altri testi, pubblicava il periodico "Lo scolaro". Con lo stesso ruolo, nel 1976, venne assunto dal quotidiano genovese "Il Secolo XIX", prima temporaneamente, come addetto nel turno di notte della rotativa, e successivamente con contratto a tempo pieno. Tale assunzione rappresentò per Boratto un salto di qualità soprattutto in termini retributivi e di sicurezza del posto di lavoro. Sono questi gli anni di intensa trasformazione tecnologica del lavoro tipografico e del passaggio dal sistema 'a piombo' a quello 'fotoelettronico'; dalla pubblicazione monocromatica al colore, dettagli tecnici che Boratto descrive nei particolari. Nel 1996, con trent'anni di anzianità, e grazie ai provvedimenti della legge 416/1981 sull'editoria, accetta l'offerta di prepensionamento. Dopo la pensione, conseguita in così giovane età, frequenta un corso di ceramica a Genova e ad Albisola e comincia a realizzare diverse piccole sculture, contemporaneamente svolge un'intensa attività di promotore culturale sia con presentazione di libri, recensioni letterarie e iniziative quali il Cafè Philo e mostre per pittori. Nel frattempo collabora a diversi webmagazine e gestisce un proprio blog. 
 

Archivi e Raccolte


   palazzo_ducale_genova_logo_tif_big.jpg genovastabile.jpg  carlofelice_logo.gif   GI_Logo_horizontal_green_sRGB-200px.jpg  sogea.jpg

Fondazione Ansaldo usa cookies per migliorare l'esperienza di navigazione dell'utente.
We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. Per conoscere i cookies usati da questo sito, vi invitiamo a leggere la privacy policy.

Accetto i cookies da questo sito.