Fondazione Ansaldo

English


Notte dei Ricercatori 2015 1

 

LA NOTTE EUROPEA DEI RICERCATORI IN LIGURIA
Dieci anni di ricerca ed una notte indimenticabile

GENOVA, ALBENGA, LA SPEZIA, BONASSOLA 25 settembre 2015

Per celebrare il decimo anniversario de La Notte Europea dei Ricercatori in Italia centinaia di ricercatori di Università e Centri di ricerca pubblici e privati della Liguria hanno organizzato per venerdì 25 settembre 2015 una serata ricca di eventi e spettacoli, laboratori e giochi, esperimenti e concerti.

Dalle nanotecnologie alla robotica, dalla vita dell’homo sapiens alla meteorologia ed alle scienze della terra, dalla crittografia alla botanica, dalle profondità del mare all’infinito della volta celeste il pubblico sarà accompagnato alla scoperta di quanto la ricerca determini e influenzi la vita di tutti i giorni e le prospettive per il nostro futuro.

Stimolare la curiosità e il piacere della scoperta, divertirsi all’insegna della conoscenza ed emozionarsi con le scoperte del mondo della ricerca sono gli obiettivi degli organizzatori, che, per coinvolgere un pubblico sempre più numeroso, hanno deciso di festeggiare alla grande il decennale della manifestazione introducendo nuove prestigiose location.

L’importante traguardo viene festeggiato, infatti, proponendo complessivamente ben sessantacinque eventi in sedi uniche e spettacolari, che da Levante a Ponente ospiteranno le iniziative in programma:
• Genova
Il Piazzale delle Feste del Porto Antico, una delle location più famose del Mediterraneo, si animerà con laboratori, dimostrazioni, giochi e presentazioni di tecnologie e studi nei più svariati campi del sapere: dalla gara di razzi ad acqua realizzati con materiali di uso comune all’interattività e alla modellazione 3D, dai robot sottomarini alle simulazioni robotiche per la chirurgia, dallo studio di fauna e flora ad un goloso esperimento di cottura ed assaggio. Il programma degli spettacoli comprende esibizioni di teatro e dialoghi, una brass band itinerante e uno scatenato concerto di band di ricercatori. Al Museo Nazionale dell’Antartide focus sul continente bianco e parola agli studiosi che trascorrono l’inverno sui ghiacci, con un collegamento video con i ricercatori e la visita del nuovo percorso museale dedicato alla biologia antartica. Acquario di Genova presenta al pubblico de La Notte Europea dei Ricercatori quattro progetti internazionali di eccellenza riguardanti il mondo del mare e la preservazione della biodiversità. Al Museo di Archeologia Ligure di Genova Pegli protagonista l’uomo preistorico, con la visita alla mostra “Le sfide di Homo Sapiens”, un incontro sulla vita delle donne nella preistoria europea e mediterranea ed un curioso “Invito a cena con i neolitici”.

• Albenga
Focus su cambiamenti climatici, rischi idrogeologici e salvaguardia delle specie, nell’incanto del Giardino Letterario Delfino, dove botanica e letteratura si incontrano, e in Piazza del Popolo, nel cuore di un centro storico straordinario. In particolare, si parlerà di cambiamenti climatici e della raccolta dati per il meteo con il prestigioso Patrocinio del Ministero della Difesa, in collaborazione del Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare. L’appuntamento vuole sensibilizzare il pubblico relativamente al tema dello sviluppo sostenibile e dei cambiamenti climatici in atto e offrirà l’occasione per conoscere meglio il lavoro di una stazione meteo, con la possibilità di vedere come funzionano le più avanzate strumentazioni, eccezionalmente esposte in piazza.

• La Spezia
Uno dei luoghi più rappresentativi della marineria italiana ospita laboratori, conferenze, collegamenti e incontri ravvicinati con ricercatori del mare e studiosi dello spazio. Il programma prevede numerose iniziative che toccano diversi ambiti del sapere e si sviluppano in spazi eccezionalmente aperti al pubblico, quali Piazzale Bergamini (all’interno dell’Arsenale Militare), il Museo Tecnico Navale ed il Circolo Ufficiali della Marina Militare: giochi di memoria sui temi delle scienze della terra, presentazioni di studi e di progetti, laboratori sulla conoscenza dei metodi di orientamento dell’antichità ed attuali, esperimenti sui fenomeni legati ai fasci di luce, filmati e letture, passeggiate botaniche e mostre, incontri e dibattiti, sino a degustazioni enogastronomiche e concerti di band di scienziati e ricercatori.

• Bonassola
Una nuova location per l’edizione 2015, un centro di ricerca avanzato, in un tratto incantevole della costa ligure, dove la bellezza delle onde diventa esperienza scientifica. Al Centro di Polivalenza Ambientale e Scientifica CePAS, sede del progetto del Comune di Bonassola e di CNR-IENI il pubblico potrà fare esperienza di wave watching con i ricercatori della Stazione Marina Sperimentale del CNR di Bonassola, oltre che assistere alla presentazione e alla dimostrazione delle attività della Stazione Marina Sperimentale, con introduzione alle caratteristiche meteomarine e costiere del litorale.

I ricercatori si metteranno in gioco non solo spiegando e dimostrando con laboratori ed esperimenti i contenuti delle loro scoperte, ma anche rendendosi protagonisti di spettacoli e concerti, con l’entusiasmo e il coinvolgimento che è stato il principale motivo del successo della manifestazione e del crescente gradimento di pubblico nelle edizioni precedenti.
La Notte Europea dei Ricercatori in Liguria vuole, in modo intelligente e creativo, sensibilizzare il pubblico all’importanza della scienza e stimolare un modo diverso di vedere la realtà e la figura del ricercatore.
All’interno di un contesto di festa e divertimento, che utilizza strumenti e metodi di spiegazione e divulgazione accessibili a tutti, uomini e donne di scienza che hanno scelto una strada professionale sfidante e sempre in cambiamento hanno l’obiettivo di incontrare ragazzi e giovani, perché possano considerare l’ipotesi di un percorso di studi e di una carriera lavorativa finalizzati alla ricerca scientifica.

Tutti gli eventi in programma sono ad ingresso gratuito e si possono consultare
sul blog http://nottedeiricercatori.comune.genova.it
e seguire su Facebook La Notte dei Ricercatori in Liguria - Twitter @NotteRicercaLig

IL PROGETTO EUROPEO
La Notte Europea dei Ricercatori è il grande evento che da ormai nove anni porta la scienza ed i ricercatori tra i cittadini, i giovani, gli studenti. La Notte Europea dei Ricercatori 2015 coinvolge in Italia quattro progetti finanziati dalla Commissione Europea: Piemonte, Liguria, Perugia e Frascati. I progetti italiani coinvolgono 22 città e saranno protagonisti di questa manifestazione insieme ad altre 300 città in tutta Europa. La Notte Europea dei Ricercatori è un progetto promosso dalla Commissione Europea e La Notte Europea dei Ricercatori in Italia gode del Patrocinio del Ministero degli Affari Esteri, della Cooperazione Internazionale, del MIUR - Ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca e di Expo Milano 2015. Info www.nottedeiricercatori.it - ec.europa.eu/research/researchersnight

I PARTNER DEL PROGETTO IN LIGURIA
Il progetto La notte dei Ricercatori in Liguria Party don’t stop è stato coordinato dal Comune di Genova Museo di Archeologia Ligure col Museo di Storia Naturale, elaborato ed organizzato da Associazione Festival della Scienza; CNR Consiglio Nazionale delle Ricerche IMATI; IIT Fondazione Istituto Italiano di Tecnologia; Università degli Studi di Genova - DISTAV - DSA; SIIT Distretto Tecnologico Ligure sui Sistemi Intelligenti Integrati; Associazione Giardino Letterario Delfino di Albenga, DLTM Distretto Ligure delle Tecnologie Marine
In collaborazione con Porto Antico di Genova, Acquario di Genova, Fondazione Ansaldo, Genova; MUSIL, Fondazione Museo dell’Industria e del Lavoro, Brescia; CMRE, NATO Centre for Maritime Research and Experimentation, La Spezia; EMA, European Museum Academy (NL); Scientificast; Associazione Il Golfo e la Cultura del Mare; Lega Navale Italiana Sezione La Spezia; Museo Tecnico Navale della Marina Militare, La Spezia; IENI, CNR, Istituto per l’Energetica e le Interfasi; Baie del Levante - Meraviglia di colori; Comune di Bonassola; CiclopedonaleMareMonti

 

natale

Si avvisano gli utenti e i visitatori di Fondazione Ansaldo che la struttura rimarrà chiusa al pubblico dal 24 dicembre 2015 al 10 gennaio 2016. Buone Feste!

Villa Cattaneo

 

Stabilimento Meccanico A

Fondazione Ansaldo terminata l’attività di digitalizzazione prevista dalla prima fase del progetto “Fotografia e Industria”, avviato con il sostegno della Compagnia di San Paolo.

Sono state tutte digitalizzate le 10.000 immagini in lavorazione nell’ambito della prima fase del progetto Fotografia e Industria, avviato nel gennaio 2015 e che ha come obiettivo la salvaguardia, la gestione e la valorizzazione delle fonti fotografiche del mondo dell’industria e del lavoro. L’iniziativa è stata resa possibile grazie al sostegno finanziario della Compagnia di San Paolo, che da anni testimonia il suo apprezzamento nei confronti dell’attività di Fondazione Ansaldo attraverso il suo concreto appoggio e che con il proprio contributo copre una parte rilevante dei costi del progetto.
Il progetto Fotografia e Industria prevede una duplice attività: la digitalizzazione delle immagini conservate negli archivi di Fondazione Ansaldo e successivamente la loro messa a disposizione su un’apposita piattaforma informatica, sviluppata in proprio. Terminata la messa a punto di tale piattaforma e la digitalizzazione delle immagini, la prima fase del progetto, della durata complessiva di dodici mesi, prosegue ora con la catalogazione di tali immagini, le più significative delle quali sono già visibili nella home page del sito della Fondazione Ansaldo (www.fondazioneansaldo.it), che mensilmente pubblica la foto del mese nella finestra “Fotografia e industria”.
Si tratta per la gran parte di lastre fotografiche ai sali d’argento provenienti dal Fondo Perrone e dall’Archivio Ansaldo, riguardanti la produzione industriale dagli inizi del secolo scorso fino agli anni Settanta, quando Ansaldo spaziava nei più diversi settori dell’industria meccanica. Queste foto ci ricordano che la prima locomotiva a vapore si chiamava Sampierdarena e venne costruita nel 1854, mentre risale al 1920 la Torpedo blu, cantata da Giorgio Gaber, realizzata dalla Fabbrica Automobili Torino, all’epoca facente parte del gruppo Ansaldo. Immagini che raccontano l’epopea dei grandi transatlantici, dal Duilio al Rex, varati rispettivamente nel 1916 e nel 1931, sino alle più recenti Michelangelo e Raffaello. Senza trascurare la fabbricazione di aerei, come lo SVA esposto all’aeroporto di Genova, biplano utilizzato da D’Annunzio per lo storico volo su Vienna, ma anche impiegato per uso civile nel recapito della posta.
L’ambizioso progetto avviato da Fondazione Ansaldo, di cui l’attività 2015, come detto, rappresenta solo una prima fase, prevede complessivamente la digitalizzazione e catalogazione di 40.000 immagini, che andranno così a costituire uno dei più importanti archivi storici industriali fotografici esistenti, a disposizione della comunità scientifica e dell’intera collettività.
Essenziale per il completamento dell’opera sarà il sostegno della Compagnia di San Paolo e dei Soci Sostenitori della Fondazione anche nelle ulteriori fasi del progetto.

Genova, 17 giugno 2015

 

La Fondazione Ansaldo ha collaborato con l’Istituto Italiano della Saldatura alla realizzazione della mostra fotografica “Venti anni di saldatura a Genova ed in Liguria” che si terrà il 28 e 29 maggio al Centro Congressi del Porto Antico di Genova nell’ambito della manifestazione “Giornate Nazionali di Saldatura - GNS8”

LOGO-GNS8b

 

Cartolina-2015-con-annullo

Dal numero unico per "GENOVA 2015" dell'Ass. Filatelica Numismatica La Lanterna www.lanternafil.it

 pdf icon L'Ansaldo e il suo Ufficio Postale

pdf icon 1815 - 2015 Due secoli di cantieristica navale a Sestri Ponente

pdf icon Cartolina postale con annullo

 
Page 2 of 5

Fondazione Ansaldo usa cookies per migliorare l'esperienza di navigazione dell'utente.
We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. Per conoscere i cookies usati da questo sito, vi invitiamo a leggere la privacy policy.

Accetto i cookies da questo sito.