Fondazione Ansaldo

English

L’École Française de Rome ha pubblicato l’opera postuma di Alain Dewerpe  Les mondes de l’industrie. L’Ansaldo, un capitalisme à l’italienne.

01

"Questo libro ha un oggetto: la fabbrica come spazio sociale. Ha un mezzo: l’osservazione del lavoro industriale".
E’ il risultato di una lunga indagine svolta sulle fabbriche dell’azienda Ansaldo - industria siderurgica, metallurgica, meccanica, navale - ad ovest di Genova, dalla metà del XIX secolo agli anni Trenta del Novecento.
Dopo i suoi primi lavori sulla proto-industrializzazione, Alain Dewerpe propone un’etnografia storica delle pratiche sociali all’interno delle officine, le loro trasformazioni, i loro regolamenti spesso problematici, i loro conflitti.
Al centro, dunque, il lavoro, nelle sue dimensioni economiche, tecniche, professionali, relazionali, culturali; i rapporti di potere indotti dalle competenze e dall’organizzazione, ma anche dalle abitudini e dai tentativi di adattarle a logiche produttive, tecniche, finanziarie. Più in generale, una riflessione sulla trasformazione degli stili di vita, sul cambiamento degli uomini e dei tempi.
Dietro alle grandi realizzazioni che hanno fatto la gloria dell’Ansaldo, a monte delle strategie del capitale e delle incertezze della gestione, questo libro ci fa capire la “diversa realtà delle relazioni sociali, l’integrazione dei micro-dispositivi, le traiettorie dell’infinitamente piccolo, la combinatoria del minuscolo”: cosa fa la fabbrica, giorno per giorno.

 

Fondazione Ansaldo usa cookies per migliorare l'esperienza di navigazione dell'utente.
We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. Per conoscere i cookies usati da questo sito, vi invitiamo a leggere la privacy policy.

Accetto i cookies da questo sito.